lunedì 27 luglio 2015

triathleti gente strana

Noi triathleti siamo gente strana.

Prendete un uomo, in salute, nel pieno (o quasi) delle sue facoltà mentali, tra i 30 e i 40 anni...prendetelo e ditegli:
"Ti vedo dimagrito, tirato!"

Qualsiasi uomo prenderebbe questa frase come uno smacco, un'offesa.
Noi triathleti invece NO. Per noi essere tirati è un vanto, vuol dire che ci stiamo allenando bene e che gli obbiettivi sono quasi raggiunti.

Quest'anno più di qualcuno mi dice che mi vede magro...non sciupato ma asciutto.
Mai come quest'anno gli allenamenti sono andati come dovevano andare e infatti il peso forma è arrivato (67kg) e le gambe sono finalmente belle piene e toniche.
Altro che nell'Ironman Nizza del 2012 :-( ricordo ancora che ero arrivato alla gara leggermente sovrappeso e con una gamba misera che più misera non si può.

Vabbè....tralasciando discorsi su magrezza e tiramenti vari...

Fine Luglio: settimana di scarico QUASI totale.
Farò giusto qualche nuotatina e qualche corsetta giusto per  sgasare un attimo.

Il fondo ormai l'ho creato. Me ne accorgo perchè a piedi comincio a correre bene dopo il 15esimo km e in bici mi scarburo dopo il 70esimo km.

Ad agosto (per fortuna) non avrò palestra quindi approfitterò del lunedi e del mercoledi per riposare le gambe e fare un po' di palestra per la parte alta.
Martedi e giovedi saranno dedicati ai combinati bici/corsa.
Il sabato il solito lungo in bike e la domenica il lungo a piedi sempre seguendo la tabella FIRST.


insomma...siamo quasi agli sgoccioli.

venerdì 17 luglio 2015

la regola dei 100 giorni



Per chi pratica sport di resistenza c'è una legge non scritta ; la regola dei 100 giorni.

Gli ultimi 100 giorni prima di una gara sono quelli più importanti: Non ci si deve ammalare, ci si deve allenare bene a alimentare meglio...insomma....bisognerebbe fare gli atleti seri.

Quest'anno devo dire che gli ultimi 100 giorni stanno a andando benino.
Nessun problema fisico, gli allenamenti stanno andando a gonfie vele ed il morale è alto.

Se posso permettermi vorrei anche creare la regola dei 60 giorni :-)

Secondo me dal sessantesimo al trentesimo giorno precedenti alla gara è il periodo in cui si raggiunge l'apice per quanto riguarda gli allenamenti, sia dal punto di vista qualitativo che da quello quantitativo.

Quest'anno, per fortuna mia, questo periodo coincide con il periodo più caldo dell'anno.
Avete capito bene...PER FORTUNA MIA!
Si perchè IO sono decisamente un atleta che ama il caldo o meglio: sono un atleta che ODIA il freddo e quindi se posso scegliere il male minore, scelgo il caldo.

Morale della favola: Agosto per me sarà un mese de fuego tra combinati e ripetute e potenziamento in palestra.

Speriamo bene.

Poi da settembre si comincia a scaricare per arrivare a ottobre con le gambine e la mente belle fresche :-)

mercoledì 8 luglio 2015

si procede in avanti

Eccomi per raccontarvi i miei ultimi giorni di allenamento infuocato:
Con questo caldo devo dire che NON ho patito poi più di tanto e per fortuna il tendine regge ancora abbastanza bene.
Ma bando alle ciance...a meno 88 giorni al mio ULTIMO ironman ecco cosa ho fatto in questi giorni:

sabato: 130 km sul montello
domenica: partenza alle 15.00 per 32km in 2 h e 44' (media 5:08)
lunedi: "sgambatella" in pianura in bici di 60km (niente gag e spin in palestra per fortuna)
martedi: mattina nutatina di 3000mt e nel pomeriggio un bel 3x1600 in progressione (4:40-4:30-4:20)

che dire...sono molto contento per via del tendine che regge bene :-) e per il caldo....lo patisco molto di più la notte :-)

PS dimenticavo: secondo "treno di scarpe da corsa" comprato! Il terzo cambio lo farò a metà settembre così per il 4 ottobre avrò le scarpe quasi nuove;