lunedì 29 settembre 2014

e ancora specialized!!!

E pure il campionato mondiale su strada se lo sono portato a casa :-)

http://www.specialized.com/it/it/news/latest-news/20180?intcmp=homePromo1MONDIALISUSTRADA



giovedì 25 settembre 2014

Sir Bradley "Gambe Secche" Wiggins

Ponferrada 24-9-2014
Wiggins vince il Mondiale a cronometro. Martin argento, bronzo all’olandese Dumoulin.

E il primo che mi dice che ho le gambe secche per essere un ciclista/triathleta gli do un pugno sul naso :-)



altre foto qui 

mercoledì 24 settembre 2014

Albertoscala la 'Recta Contador' - Mortirolo ....Alimortè

Alberto Contador che prova il nuovo versante del Mortirolo per il prossimo giro d'italia...tratti al 25%....39x28..."un poco corto" dice lui....Alimortè!!!! :-O


martedì 23 settembre 2014

godiamocelo

Si...Si lo so....
é da una vota che non scrivo più nulla!
Ma diciamocelo: ultimamente ho altre cose/persone a cui pensare ;-)

E poi non avendo gran gare in ballo non è che faccia chissà quali allenamenti degni di essere scritti in cotanto BLOG!

Diciamo che la settimana scorsa ho fatto un paio di buone uscite in bici, di cui una di 140 km con 100km di controvento...e bestemmie!

Una nuotatina e un paio di corse a piedi e nemmeno tanto tirate.
Insomma nulla di che.

Questo sabato (27/09/2014) un mio amico parteciperà al primo ironman mallorca.


Quando tornerà lo tartasserò di domande e prenderò la decisione del secolo ovvero:

fare o non fare il mio ultimo ironman?

a dire il vero sono più per il NO che per il SI.
Dopo anni di allenamenti mi vien da stare un po' tranquillo.
Insomma...continuare ad allenarmi ma senza la smania di dover far chilometri e con il pensiero fisso alla gara.
Boh??? Vedremo.

Intanto mi godo questo bel momento. In tutti i sensi.

lunedì 15 settembre 2014

sarà contenta la Specialized?

Quest'anno ha fatto incetta di premi:

- Tour de France
- Vuelta di spagna
- mondiali IRONMAN 70.3 (1°, 2° e 3° classificato)

 

Che siano contenti?!?!??!

giovedì 4 settembre 2014

testa, motore o gambe?

Nel triathlon ci sono tre fattori che dominano sia in gara che in allenamento e sono:

la testa
il motore (detto "cuore")
le gambe

Quale dei tre è più importante?

Eh...domanda da un milione di dollari...

Molto dipende dalla distanza che vogliamo affrontare.
Se la gara è corta (uno sprint piuttosto che un olimpico) il motore è quello che conta per i recuperi e per i picchi massimali.

Le gambe servono per spingere belle velocità di punta e per produrre poco acido lattico.

La testa serve a poco....in una gara di massimo un paio di orette e mezzo la concentrazione serve a poco.
Ad esempio in un olimpico appena partite a nuoto e siete già arrivati, in bici il tempo di capire che state pedalando e siete già in T2 e a piedi...beh dai non ditemi che correre per un oretta scarsa vi da noia????


Tutta un'altra storia sono le gare lunghe.

Dal mezzo ironman all'ironman quel che conta è la testa.
Vi posso assicurare che NON SOLO IN GARA si ha bisogno di concentrazione, stimoli, capacità di focalizzare un obbiettivo.
Provate a fare un giro in bici di 6 o 7 ore in solitaria e vedere se il vostro cervello non ha bisogno di qualcosa di particolare per far si che non perda il "focus"!
Il giorno della gara poi è la mente che comanda; il dolore e la fatica in gare che durano più di 4 o 5 ore è gestito SOLO dal cervello.
Riuscire a gestire queste situazioni con la mente vuol dire migliorare sicuramente i propri risultati.

Le gambe sono importanti per evitare gli infortuni. Avere una buona muscolatura nei lunghi vuol dire NON andare incontro a spiacevoli infiammazioni e altre rotture di palle :-/
Certo...avere una bella gambotta che spinge i 40km/h in bici fa piacere a tutti...ma nel lungo la velocità estrema non è mai l'importante (almeno per noi comuni mortali)....meglio avere una bella gamba RESISTENTE.

Il motore nelle gare lunghe è l'ultimo ad essere messo sotto sforzo.
Sfido chiunque a fare un ironman con il cuore costantemente sull'85% della FC MAX....mmmmh infarto in 3...2...1...
Quindi quando si ha un discreto motore in grado di sopportare sforzi prolungati e non troppo forti (diciamo un 70% della FC MAX) il risultato è garantito.