venerdì 16 maggio 2014

Scarpe e cappèo, nemmeno de to fradèo

Un vecchio proverbio veneto dice:

"Scarpe e cappèo, nemmeno de to fradèo"

Ovvero:

"Scarpe e cappello, nemmeno di tuo fratello"

Nel senso che le scarpe e il cappello sono cose personali, che devono calzare a pennello ergo non puoi usare nemmeno quelle di tuo fratello/familiare :-)

Questo per dire che ieri ho fatto il primo allenamento di 6 km di corsa dopo circa 20 giorni di pausa con le scarpe nuove (A3 ndr)....mi sembrava di correre con scarpe NON MIE :-(

Leggere son leggere, reattive sono abbastanza reattive....ma sono moooooooooorbide!

Non sono abituato a tali morbidezze.
Cmq dai...a parte i primi 2km a 5 e qualcosa, poi ho corso i restanti 4 a 4 e 50 senza problemi.
Fra un mesetto cominciamo a fare gli stress test come si deve e vedremo come si comportano :-)


Questa mattina dolori non particolarmente acuti al tendine fanno ben sperare.


PS questa mattina prima visita dall'osteopata (donna), molto brava e professionale. mi ha manipolato un pochino e mi ha detto che grossi problemi non ce ne sono.
Mi ha dato qualche esercizio di stretching da fare e qualche consiglio sull'alimentazione (no alcool....aiutoooooo!!!).
Prima impressione: OTTIMA

Nessun commento: