martedì 18 settembre 2012

soddisfazioni

Copio e incollo la mail della gara del mio ex collega che ho allenato per la mezza maratona di Bologna:

Da: XXX
Inviato: lunedì 17 settembre 2012 10:32
A: Rossato Gianluca
Oggetto: I: RESOCONTO TUNE UP BOLOGNA


Resoconto TUNE UP BOLOGNA:

“Alle ore 05.15 vado a prendere il mio compagno di sventura (n.d.r Bruno) e ci rechiamo alla stazione di Mestre per prendere il treno alla volta di Bologna. Arrivati alle ore 07 puntuali andiamo a fare colazione (una brioche con iniettata la marmellata..un mattone) prendiamo i pettorali sistemiamo le borse e  ci prepariamo per il riscaldamento con corsetta e allunghi e poi uno stretching completo.
Dopo aver espletato più volte le consuete esigenze fisiologiche, salutato Bruno che doveva andare nella sua griglia mi posiziono al mio posto. Vedo vari pacer che detteranno i ritmi durante la gara ,1h30,1h35,1h45 e mi metto a cercare un palloncino su 1h50 1h55 ma nn lo trovo. Alla fine trovo un ragazzo simpaticissimo con su un palloncino con scritto “capponi”. Chiedo info e gentilmente mi risponde che farà il ritmo sopra le 2 ore e che da 1h45 a 2h non ci saranno pacer. Mi metto il cuore in pace e allo sparo ci vuole ben quasi due minuti per arrivare alla linea di partenza. Il percorso si snoda all’interno del centro storico di Bologna con tutti i pro e i contro perché se da un lato un giro turistico correndo e’ molto stimolante dall’altro  la pavimentazione stradale contraddistinta da pavè lastroni e tante tante curve con anche tratti di salita seppur lievi alla lunga si fanno sempre sentire.
Comunque nn avendo il gps dietro cerco di trovare indicazioni a lato della strada dei km percorsi ma non trovo nulla e mi stupisco di questo. Arrivo tranquillo al 10 km e su un telone sul ciglio della strada sponsorizzato Unicredit vedo scritto in piccolo 10 km. Contento di aver finalmente capito come orientarmi con i tempi vedo che sono passato ai 10 km in 54 minuti in media. Decido come previsto di tirare un po’ dal 10 al 15 km e arrivo al 15 km in 1h20 circa. Al 17 km taglio in 1h31 quindi perfettamente in proiezione finale su 1h53-1h55. Al 18 km improvvisamente mi mancano completamente le forze e di punto in bianco cammmino. A parte lo scoramento iniziale verifico il tempo faccio due conti e dico “ e no Ale mollare adesso no…devi stare sotto le due ore e sotto le due ore starai ”  ,arrivo al 19 km arrancando trovo un ristoro e bevo un po’ di gatorade e improvvisamente ricomincio a correre terminando in scatto gli ultimi 100 metri e in alto vedo il tempo 1h58min38 e la gioia e’ enorme.. Poi in realtà il real time e’ 1h57min07.
Dopo aver bevuto il “piave” per recuperare, mi avvicino alla zona borse per cercare Bruno ma non lo trovo. Sono preoccupato perché avendo un problema alla gamba temevo si fosse fermato. E invece dopo 20 minuti arriva dalla docce contento per il suo tempo 1h34min47sec( real time 1h34min32sec). Ovviamente ha ancora dolore alla gamba ma dopo un congruo riposo guarirà e sarà sempre più forte..
Direi che la corsa e’ stata ben organizzata e l’arrivo in piazza maggiore con tutta la gente che ti incitava mi ha ripagato della fatica profusa…
Ora cercherò di allenarmi costantemente come ho fatto in questi ultimi 2 mesi per arrivare a correre sul tempo di 1h50.. lavorare lavorare lavorare…sacrifici ma poi quello che conta e’ correre perché correre fa bene al corpo e alla mente…Un ringraziamento particolare va a Gianluca Rossato che mi ha preso 2 mesi fa che avevo male alle gambe e non avevo il concetto di allenamento ,mi ha tirato su facendomi lavorare ma rispettando i miei attuali limiti fisici e sopportando i miei scoramenti, e mi ha portato abbondantemente sotto le due ore.Spero che mi vorrà seguire anche per i prossimi impegni tra cui la maratonina di Verona a Febbraio dove voglio stare sull’1h50.
Grazie Gianluca di cuore..”

.....e sono soddisfazioni :-)

Nessun commento: