giovedì 30 settembre 2010

ma zio ladro!

da http://www.gazzetta.it/Ciclismo/30-09-2010/contador-sospeso-uci-711303100731.shtml

Contador sospeso dall'Uci
Positivo al clenbuterolo

La decisione è stata presa a titolo provvisorio. La positività riscontrata ad un controllo del 21 luglio, giorno di riposo del Tour. "Alberto è vittima di un caso di contaminazione alimentare", ha fatto sapere l'entourage dello spagnolo. Lo spagnolo ha annunciato una conferenza stampa oggi verso le ore 12

    GEELONG (Australia), 30 settembre 2010 - La notizia arriva quando in Europa è notte fonda ed è clamorosa: nelle urine di Alberto Contador sono state trovate tracce di una sostanza vietata, il clenbuterolo. Il controllo antidoping risale al 21 luglio, secondo giorno di riposo del Tour de France.

SOSPESO — Lo staff del campione spagnolo, che per primo ha diffuso la notizia, sostiene che si tratta di un caso di "contaminazione alimentare". Il primo dato sicuro in questa vicenda è la sospensione dell’Uci, come da regolamento. Il governo del ciclismo mondiale ha inoltre informato che l’esame del campione B ha confermato il primo responso ma che "prima di arrivare a qualsiasi conclusione sono indispensabili ulteriori approfondimenti, per i quali occorrerà ancora qualche tempo".

TRACCE MINIME — E’ stato il laboratorio di Colonia a riscontrare l’anomalia. La sostanza sarebbe stata presente in piccolissime quantità, circa 400 volte al di sotto della soglia per la quale la Wada, l’agenzia mondiale antidoping, è tenuta ad informare l’Uci. "Dal 24 agosto, momento della prima comunicazione da parte dell’Uci - si legge nella nota dell’ufficio stampa di Contador - Alberto ha segnalato una contaminazione alimentare come unica possibile spiegazione. Gli esperti consultati finora condividono l’ipotesi della contaminazione come origine del caso, soprattutto considerando la quantità di controlli ai quali si è sottoposto durante il Tour". Il caso insomma presenta molti lati da chiarire e va detto che Contador ha la possibilità di dimostrare l’assunzione involontaria per evitare la squalifica. Sarà lui stesso, alle 12 ora italiana, a parlarne in una conferenza stampa annunciata in un hotel di Pinto, la sua città, nei pressi di Madrid.

PRIMA DEL TORUMALET — Il 21 luglio, giorno del controllo antidoping in questione, le squadre sono a Pau. E’ la vigilia della tappa più attesa, la diciassettesima, quella del Tourmalet. Andy Schleck ha 8" da recuperare sulla maglia gialla di Contador. Il clima non è rilassato: il giovane pretendente al trono non è mai stato così competitivo, il detentore non ha il piglio che ne aveva contraddistinto il dominio nel 2009. In più restano le scorie di polemiche e accuse di scarso fair play. Il giorno dopo, in cima ai 2115 della montagna simbolo del Tour, avrebbe vinto il lussemburghese ma lo spagnolo sarebbe riuscito a conservare la maglia gialla.

Nessun commento: