domenica 20 giugno 2010

acqua acqua e ancora acqua....

Cioè....vaffanculoooooooo....vi a effe effe a nculooooooooo......
cioè siamo quasi a Luglio e fuori ci sono 15°C e c'è il diluvio; vicino a casa mia c'è stata anche una tromba d'aria ieri!!! Non è possibile :-(
Un temporale ogni tanto ci sta, ma il tornare dell'inverno proprio no!

E CON QUESTA PREFAZIONE vado a raccontare l'avventura di ieri a Bardolino 2010:

Ore sei del mattino mi sveglio e guardo fuori, tempo non malvagissimo, un po' ventoso ma non spaventoso.
Mando un sms a degli amici che son già su a Bardolino dal giorno prima e mi dicono che là c'è il sole.

Alle 08.00 parto, prima di entrare in autostrada mi viene in mente di aver dimenticato a casa la muta! torna indietro di corsa e prendi la muta (e per fortuna che mi è venuto in mente ndr).

Arrivo a Bardolino alle 09.45 ed effettivamente c'è il sole.

Poco da dire, Bardolino è sempre molto ben organizzata e quest'anno con più di 1200 partecipante è un gran bel colpo d'occhio.

Preparazione della zona cambio (e non piove), riscaldamento (e non piove), chiacchiericcio (e non piove), ci si mette in coda per la punzonatura (e non piove), pochi minuti prima della partenza e...il disastro di tempo si affaccia all'orizzonte!!!

Avete presente quando da lontano (e nemmeno troppo) vedete le nuvole NERE, ecco quello era il nostro orizzonte!

Parto in ultima batteria (siccome ho cambiato squadra dopo dicembre ho perso il punteggio rank) e quasi tutti alla seconda boa hanno sbagliato traiettoria puntando il molo di partenza, ma io che son troppo smaliziato mi sono accorto subito del fattaccio e ho proseguito sulla RETTA VIA :-)

A metà nuotata comincia a piovere...bestemmie!

Esco dal lago per nulla affaticato e pioviggina, prendo la bici e via.

Per tutto il percorso (o quasi) pioggia e freddo, praticamente impossibile stare a ruota.
Frazione in bici sottotono per la paura di cadere; nella famosa discesa finale praticamente frenavo anche nei tratti dritti :-(

Finito la frazione in bici in 1h e 15 circa.

Scendo, cambio abbastanza veloce e via a piedi.

Mi son detto:
"O la faccio a tutta o se rallento mi raffreddo e son morto!"

Non ho idea del tempo che c'ho messo ma ho superato un sacco di gente che era partita nella batteria prima di me (3' prima di me).

Arrivato all'arrivo sfinito ma sopratutto infreddolito e zuppo d'acqua non ho guardato in faccia nessuno e via ad asciugarmi e cambiarmi.

Un piatto di pasta caldo, tea caldo e un pezzo di crostata e a casa con il riscaldamento a manetta.

Morale della favola: CHE DUE COGLIONI DI TEMPO MA BARDOLINO HA SEMPRE IL SUO FASCINO ANCHE CON LA PIOGGIA.

ps oggi avrei dovuto fare i 21 a piedi ma fuori diluvia....secondo voi?

Nessun commento: