lunedì 19 aprile 2010

mmmmh interessante

Un interessante articolo per capire la pronazione dal sito della ASICS

Pronare è il modo in cui il piede si piega verso l'interno quando durante la corsa rulla a contatto del terreno. E’ un movimento naturale che aiuta a ridurre la tensione articolare. Alcune persone hanno una pronazione più accentuata di altre. Non è un difetto, ma influisce sul modo in cui si corre e può aumentare la probabilità di lesioni e la naturale pronazione diviene un fattore importante nella scelta della scarpa.

La Pronazione

La Pronazione è il moto di rotolamento del piede verso l’interno, subito dopo la prima fase di contatto con il terreno. Questo momento è chiamato contatto iniziale, e fa parte della fase di appoggio del ciclo di deambulazione.

Quando si corre la pronazione aiuta ad ammortizzare il contatto iniziale, senza di essa, lo shock dell’ impatto col terreno verrebbe totalmente trasmesso alle gambe, rendendo la normale meccanica degli arti inferiori meno efficace.
Oltre ad ammortizzare, la pronazione aiuta anche il piede a riconoscere su quale tipo di terreno ci si muove, stabilizzando e regolando il piede al tipo di terreno.

Le calzature da running oggi sono progettate specificamente per diversi livelli di pronazione.
Al momento dell’ acquisto delle vostre scarpe da corsa, il grado di pronazione è un fattore che non va trascurato.

Glossario

Ciclo del cammino
Un ciclo completo di deambulazione inizia quando il piede entra in contatto con il suolo e si conclude quando lo stesso piede torna a toccare nuovamente il terreno.Il ciclo è costituito dalla fase di contatto/stacco cioè quando il piede tocca il terreno e di “swing” quando il piede è sollevato dal suolo.
Analisi del passo:
Valutazione professionale della biomeccanica del movimento durante la corsa (o il cammino), analizzando anche il grado di pronazione.
Laterali:
Si riferisce al lato esterno del piede.
Mediale:
Lato interno del piede.

Il modo migliore per scoprire se un atleta prona è quello di consultare un esperto che effettuerà un analisi del cammino per poi consigliare il modello più adatto.
Può essere utile far vedere il vecchio paio di scarpe, il loro stato di usura dà un' indicazione di quanto e di come si prona. L’analisi di altri elementi oltre la pronazione, come il peso del podista, svolgono un ruolo nella scelta della scarpa migliore.

Se le suole si usurano disegnando una S rovesciata a partire dal tallone sino all’alluce è molto probabile avere un appoggio neutro.
Quando si ha un appoggio neutro è possibile utilizzare una vasta gamma di scarpe, ma quelle più indicate per la corsa sono quelle neutre che offrono ammortizzazione e sostegno. La GEL-NIMBUS è il modello di punta tra quelle per corridori neutri.

Impronta di un corridore neutro

La Supinazione

La “sotto pronazione”, nota anche come supinazione, si verifica quando il piede non prona.
Il lato esterno/laterale del tallone tocca terra con un angolo maggiore, e non avviene né poca né alcuna pronazione, con conseguente trasmissione di traumatici shock alla parte inferiore della gamba. Questo caricamento laterale del piede continua per tutta la fase di contatto della rullata durante la corsa incidendo sull’efficienza del gesto (passo).

Supinazione

I supinatori possono avere un eccessiva usura nella zona del tacco esterno delle loro scarpe, e la parte superiore della tomaia può risultare leggermente piegata verso l’esterno.

Poiché i supinatori tendono ad essere più sensibili agli shock della corsa, come fratture da stress, dovrebbero scegliere una scarpa neutra con grande ammortizzazione, come la GEL-CUMULUS.
La maggior ammortizzazione aiuterà le articolazioni a sopportare il ripetersi delle fasi d’ impatto del piede con il terreno.
I supinatori dovrebbero evitare di utilizzare scarpe con l’intersuola a doppia densità, come ad esempio i modelli con il DUOMAX.

Pronazione

La Pronazione è quando il piede ruota eccessivamente all’interno, o ruota in un momento in cui non dovrebbe come per esempio nella tarda fase di appoggio durante la corsa.
Pronare sposta il carico sul lato interno o mediale del piede, e appena il corridore sposta in avanti il peso viene sostenuto dal bordo interno piuttosto che la pianta del piede. Questo destabilizza il piede, che tenterà di riconquistare stabilità compensando il movimento verso l'interno, in una sorta di reazione a catena, che a sua volta influisce sull'efficienza biomeccanica della gamba, in particolare del ginocchio e dell'anca.

Pronazione

Le scarpe di un pronatore mostreranno un usura accentuata sul lato interno del tallone e sotto la pianta del piede, in particolare nell’ area dell' alluce.

I Pronatori dovrebbero prendere in considerazione l’uso di scarpe con massimo sostegno o di scarpe ammortizzate e strutturate.
Scarpe ammortizzate e strutturate forniscono un certo grado di stabilità e ammortizzazione, mentre le scarpe con il massimo sostegno sono le scarpe più stabili che si possono trovare.
Le scarpe da corsa di entrambe le categorie, aiutano i piedi dei podisti a distribuire l'impatto della corsa in modo più efficace.
La GEL-KAYANO è il modello più strutturato e ammortizzato, mentre la GEL-EVOLUTION è il modello più affidabile nella categoria del massimo sostegno.

Nessun commento: