martedì 16 marzo 2010

molti mi chiedono...

Ieri sera GAG (alla morte) e due ore di spin con simulazione di mangia e bevi...alla fine avevo le gambe belle cotte. A casa 4 uova all'occhio di bue con insalata e pomodorini.

Molte persone, quando sanno che sport faccio, mi chiedono come faccia a fare tutta quella fatica per 11 ore?
Io rispondo sempre che non è una questione di forza o resistenza ma di mentalità; se si vuole con la sola concentrazione e la voglia di arrivare si può fare qualsiasi cosa!

Ovvio, ci vuole anche una certa preparazione fisica, ma non è impossibile fare un ironman (se mi vedete poi capite subito che non ho propriamente il fisico da UOMO DI FERRO! son un po' magrolino per esserlo).

A tutti racconto sempre la mia prima gara (con il dito rotto) e spiego di come la voglia di arrivare alla fine mi abbia spinto a correre anche con un male boia!

Poi di contro racconto del mio ironman vergognoso di 13 ore in cui mi era passata proprio la voglia di correre quando mi ero accorto che il tempo finale sarebbe stato identico a quello dell'anno prima....Ecco! questo è l'esempio che calza a pennello: il cervello è il vero motore del nostro corpo, se LUI non vuole fare una cosa non ci sono nè santi nè madonne...NON si fà.
Viceversa se LUI/VOI vi mettete in testa che una cosa s'ha da fare....la si fà eccome!


Molti triathleti del LUNGO professionisti oltre all'allenamento fisico inseriscono nei loro training pure un allenamento mentale (yoga e quant'altro) e secondo me fanno benissimo.

Ultima cosa:
Mi fanno morire quelli che mi dicono:
"Eh se non fosse per il 3,8km a nuoto potrei farcela pure io"
(il più delle volte sono i ciclisti a fare sta affermazione ndr)

Probabilmente non hanno mai provato a fare 180km SENZA SCIA con 1600mt di dislivello e poi scendere e farsi una maratona...ma forse non hanno nemmeno mai fatto SOLO una maratona....ma nemmeno 20km FORSE!!!!

Comunque io spiego sempre loro che il nuoto è il meno impegnativo (viene per primo ed è solo un'oretta di impegno fisico).

Per me sicuramente la cosa peggiore è la maratona...una vera via crucis :-(

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Il corpo cambia se capisce che non è più adatto al regime di vita che si tiene.Purtroppo lo sforzo fisico,che a me piace tanto,è offuscato dallo sforzo mentale.Ringrazio tanto il tuo blog e di conseguenza te per fornirmi stimoli aggiuntivi (non di fornirmeli tutti,ci mancherebbe!).Sono contento quando so che la pensi come me quando dici che la mente è la forza trainante.Sono contento perché è anche la mia.Mi piacerebbe essere freddo come un ciclista puro e aggiungere un coefficiente di sforzo iniziale equivalente alla frazione di nuoto e uno sforzo finale equivalente ad una maratona,per ottenere così lo sforzo totale dell'IM(aggiungendo il già noto sforzo per la frazione di bici).La testa amplifica o declassa questi coefficienti e non è possibile formalizzare.Credo che oltre la voglia pura di fare ciò che si vuole sia necessaria una forte dose di visioni e desideri(un solo IM per me?Le 11 ore per te?).La strada per arrivarci è dura come mi aspetto ma anche di più credo,ma qualsiasi cosa troverò infondo so già.so già che "Itaca ti ha dato il bel viaggio,senza di lei mai ti saresti messosulla strada:che cos'altro ti aspetti?E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avra` deluso.Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addossogià tu avrai capito ciò che Itaca vuole significare."Io la vedo così.ho fatto troppa confusione?E ti ho rotto le balle con tutta sta manfrina?Beh volevo solo condividere le mie idee, e farti un grosso in bocca al lupo per i tuoi obiettivi.Sinceramente quando leggo i post come quelli della settimana scorsa in cui ti deprimi perché non riesci ad allenarti ne sono un po'lieto perché almeno ti riesco a stare dietro con gli allenamenti per 3 giorni max!Ma alla fine è molto meglio che continui a starmi davanti così ti uso come traino.Chissà se anche questi commenti potranno farti da traino il giorno fatale...spero di si...ma se non riuscirai ricordati che "un'idea non può morire", e fino a che la tieni con te, saranno grossissime anche le soddisfazioni che otterrai anche solo per inseguirla.Ovviamente alla fine di ogni frase dovrei mettere un",secondo me". Infatti non voglio generalizzare, ne mancare di rispetto ed avere troppa confidenza. Però hai sempre la possibilità di cancellare senza leggere, no?Buona fortuna per tutto!Dai!"Sono sempre più convinto che quest'anno sarà durissima fare l'ironman :-((((("?Spero di non leggere più cose del genere :-) Cordialmente, Sportivamente,Andrea

Anonimo ha detto...

Gentile Gian,inserisco di rado commenti(ne ho scritti in tutto 2 e a uno non mi hai risposto:-(,fa niente ovviamente!),ma questa discussione mi ha sempre affascinato.Credo di capire un po' quel che intendi.Quello che ho imparato durante i miei allenamenti è che è incredibile ma si può"allenare la voglia di correre"(ma di fare,di nuotare,di faticare,credo),e questo si riece a fare facendo capire al proprio corpo e alla propria mente che andare a farsi 10km di corsa richiede lo stesso sforzo mentale di andare in cucina a bere l'acqua.Perché dico che è utile correre alle nove di sera di inverno dopo un giorno passato tra facoltà e treno mentre piove e dopo uscire a bere qualcosa?Perché abituo me stesso al fatto che la corsa è parte integrante di quello che faccio.Mettere i vestiti per la corsa sempre negli stessi posti,legarsi le scarpe sempre nello stesso posto,accendere il cronometro li,fare sempre lo stesso percorso,segnarsi gli intertempi.Il cardio.Sono tutte operazioni che mi allenano lo sforzo mentale.E meno sforzo mentale richiede un'operazione che di per se mi rilassa e diverte,più allena la mia voglia di farla.(E'lo stesso motivo per il quale nei giorni di arrampicate intense si andrebbe via con qualsiasi tempo.Mentre se si va una domenica ogni tanto,due gocce di pioggia il sabato prima già ti fan passare la voglia).Se alleno la voglia di correre è fatta,perché il fisico dipende dalla testa.Se il cervello capisce che si ha bisogno di un fisico da corsa, ci pensa lui a modellare nel modo migliore.Non c'è bisogno di altro.

Anonimo ha detto...

volevo farti i complimenti per quello che hai scritto. Approvo pienamente il fatto che la mente fa tutto,le cose bisogna volere,essere convinti..sei riuscito a trasmettere con quello che hai scritto la tua passione e la forza che hai dentro! ps.per la maratona ti capisco,io volevo fare padova,ma dovrò limitarmi alla mezza..speriamo di essere in forma per ottobre a venezia. complimenti ancora!