martedì 9 febbraio 2010

le gambe :-(

Ieri sera primo gionro in palestra dopo la malattia!
un'ora di gag bella tosta e due ore di spin relativamente tranquille (anche se il cuore è andato alle stelle...ma si sa...dopo un periodo di fermo il cuore risponde in maniera decisamente differente rispetto a quando si è all'interno di un periodo allenante).

Stamattina un bel po' di mal di gambe e quale migliore occasione per spiegare le regole d'oro per fare un buon stretching:

Le regole d'oro


  • Eseguite gli esercizi a caldo, ossia dopo un riscaldamento, in tal modo le resistenze di muscoli e tendini sono ridotte.
  • Non abbiate fretta, ogni esercizio va eseguito il più lentamente possibile, è un occasione per “sentire” i propri muscoli.
  • Evitate di fare esercizi al freddo o all’umidità.
  • Ricordatevi che non dovete mai raggiungere la soglia del dolore, cercate di fermarvi prima, quando avvertite solo una certa tensione sui tendini
  • Quando negli esercizi mantenete la posizione, fatela durare almeno 20”, in modo da dare ai recettori che si trovano nei muscoli il tempo di “abituarsi” all’allungamento.
  • Non molleggiate (lo stretching va fatto statico...venti anni fa lo facevano in movimento...infatti tutti gli atleti di vent'anni fa son tutti distrutti ndr)
  • Va eseguito in maniera simmetrica: se allungate il polpaccio sinistro dovete allungare anche quello destro (sembra banale ma non tutti lo fanno)

Nessun commento: