venerdì 26 febbraio 2010

un po' di numeri :-)

Ieri sera sala pesi e spinning.
Alla faccia dei muscoli predominanti! Se faccio due esercizi per il petto e le braccia mi si gonfiano a dismisura immediatamente...magari succedesse così anche per le gambe :-(

Ma ora è il momento di tirare un po' di somme su sto Blog che, a volte, può tornare utile!:


dal 06/07/2008 (il giorno del primo post)

* 10.378
Visite

* 4.056
Visitatori unici assoluti

* 16.384
Visualizzazioni di pagina

non male dai! anzi...se qualcuno volesse fare da sponsor :-) è ben accetto!!!

mercoledì 24 febbraio 2010

pantofoleeeeee

Ieri sera prima seratina spin dopo venti giorni di malessere continuo.
Prima di spin ho fatto un po' di pesi in palestra ma nulla di traumatico.

Diciamo che alla fine dell'ora di spin ero un po' provato ma ho cercato di tenere botta, gli antibiotici si sentono eccome :-(

Ma cambiamo discorso...ricordate le mie scarpe per la bici da corsa nuove ( BG S-WORKS Road )?!

MERAVIGLIOSE

vi dico una cosa, arrivato a casa, dopo aver cenato, dopo circa un'oretta che ero in pantofole, ho provato le scarpe nuove della specialized....beh non ci crederete ma son più comode delle pantofole :-) una roba da non crederci!
Cioè sembra di non averle proprio ai piedi; leggerissime e comodissime.

L'unica cosa: secondo me sono più adatte per un clima un po' più caldo (sono troppo areate) però con un bel calzino e un bel copriscarpa il problema dovrebbe risolversi.

martedì 23 febbraio 2010

timido rientro

Stasera timido rientro (ma mooooolto timido) ad un blandissimo (ma mooooolto blandissimo) allenamentino (ma mooooolto INO!!!) in palestra.

Con la botta di antibiotici che ho preso in questi 20gg mi non credo che sarò in grado di sprigionare più Watt di un vecchio di settant'anni con il catetere ma....bisogna provare.

Unica nota positiva di sto periodo di shit:

sono arrivate finalmente le BG S-WORKS Road
Product Image

Nuovo design, più leggero. La scarpa scelta dai professionisti - come gli atleti del Team Saxo Bank - per le sue prestazioni ed il suo comfort. E' fra le più leggere per l'utilizzo ciclistico.

  • Sviluppate tenendo in considerazione tutti i più avanzati studi Body Geometry
  • Nuovo dispositivo di chiusura Boa S1 bidirezionale per una facile microregolazione anche quando si è seduti in sella.
  • Il sistema di due rotori Boa indipendenti permette una fine regolazione della calzata in ogni zona: un rotore per la caviglia ed il tallone, un altro rotore per far aderire bene l'arco e la parte anteriore del piede.
  • Nuovi lacci Boa facilmente sostituibili
  • Suola sottilissima completamente in fibra di carbonio FACT 12.0; costruzione Torsion Box per ottimizzare la rigidità e la leggerezza.
  • Tacco "Nano" sostituibile, con viteria affondata per la massima sicurezza
  • Tomaia in 'Micromatrix' leggera, resistente ed idrorepellente
  • Linguetta traforata per dare respiro al piede
  • Compatibilità con i più diffusi sistemi di aggancio automatico del pedale: Look, Time, SPD-SL, Speedplay

PAURA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

domenica 21 febbraio 2010

la speranza è l'ultima a morire



Speriamo che oggi sia l'ultimo giorno di tristezza dentro ste quatro mura, da domani ricomincio almeno a lavorare...spero di ricominciare a fare qualcosa in palestra martedi.

Ho deciso che per scaramanzia non parlo più della mia salute.
TIE'

sabato 20 febbraio 2010

il riposo con la r maiuscola

dal sito della republica ecco cosa ho trovato:

Prendi il sonno e mettilo da parte, una scorta per le giornate difficili

Il riposo non è mai superfluo. Chi dorme è come se mettesse delle ore di scorta in una sorta di cassaforte. Che l'organismo sfrutta al momento giusto. Un vantaggio per chi svolge un lavoro impegnativo e che ha bisogno di ore extra di sonno prima di un turno


Dalla scienza ancora una conferma: il sonno fa bene alla salute e più si dorme più si è produttivi. L’ultimo studio in materia è stato pubblicato dal Journal of Sleep Research. I ricercatori questa volta hanno dimostrato che il riposo non è mai superfluo, anzi. È come se si mettessero delle ore da parte, in una sorta di cassaforte, che il nostro organismo sfrutta al momento giusto. La ricerca, secondo Tracy Rupp del Walter Reed Army Institute of Research di Silver Spring, potrebbe tornare utile per tutti coloro che svolgono un lavoro impegnativo e pericoloso, i quali potrebbero trarre giovamento da ore extra di sonno prima di un turno da più ore.

Per arrivare a questa conclusione i ricercatori hanno arruolato 11 uomini e 13 donne. A metà di questi volontari hanno chiesto di andare a letto alle 9 e di dormire per 10 ore a notte per sette giorni; agli altri di mantenere le proprie abitudini. Dopo una settimana tutti i volontari sono stati 'torturati' con sole tre ore a notte, dopo aver accumulato questo consistente debito di sonno, tutti sono stati testati con esercizi cognitivi per vedere gli effetti procurati dal deficit.

Chi aveva immagazzinato riposo extra ha risentito della carenza di sonno subita la settimana successiva, ma meno degli altri. Le performance cognitive non erano deteriorate e il recupero del sonno era comunque più rapido. Insomma dormire di più aiuta ad affrontare un periodo difficile.

“Il sonno – spiega la professoressa Alessandra Graziottin, - costituisce una componente essenziale della salute: neurovegetativa e somatica, emotivo-affettiva e cognitiva. Idealmente, dovrebbe comprendere un terzo del giorno (un’ora di sonno ogni due di veglia). Anche se la quantità si è ridotta mediamente di un’ora e mezzo, con importanti ripercussioni sulla salute fisica e psichica”. Questa perdita quantitativa, continua a spiegare la Graziottin, può creare un progressivo malessere, i cui sintomi vanno dall’area emotivo-affettiva, con irritabilità, aggressività, ansia diffusa, umore depresso, bisogno di eccitanti di varia potenza e dannosità – dal caffè alla cocaina – alle alterazioni comportamentali, tra cui un aumentato appetito per cibi dolci e grassi “per recuperare energia” con aumento di peso.

Ma ci possono essere anche disturbi di tipo da cui deriva la desincronizzazione tra ciclo sonno-veglia e i ritmi circadiani. In altre parole è come se si sballasse il nostro ciclo vitale. “Sono tipici di questa alterazione – conclude la Graziottin – le sindromi da fasi del sonno avanzate o ritardate, e disturbi cronobiologici transitori. Attenzione però le alterazioni del sonno, quantitative e qualitative, si ripercuotono sulla salute generale e, in particolare, sugli equilibri neurovegetativi, emotivo-affettivi e cognitivi”. Si possono inoltre ripercuotere sulla sessualità e sulla stessa capacità riproduttiva. Insomma chi dorme poco rischia di essere più irritabile e incapace di avere una vita sessuale appagante.


Io in questi giorni ne ho fatto una scorta per tutto l'anno mi sa?!!

giovedì 18 febbraio 2010

frutta e verdura di stagione



A chi può interessare ecco la lista della frutta/verdura di stagione per ogni mese dell'anno

n.d.d.

Nulla da dichiarare se non che sono a casa a grattarmi le palle e che, ovviamente, le previsioni per domenica sono ottime (e io non potrò uscire).
La settimana prossima mi sa che non farò una ancora una sega , dato che l'ultima volta mi son rimesso subito in allenamento e ho preso la morte (anche se a ben vedere ho aspettato 15gg prima di ricominciare ad andare in bike, quindi a prendere freddo...).

Probabilmente non farà nemmeno spinning...vediamo come son messo dopo sto ciclo di punturoni!

-136 al giorno X...male...mooooolto male son messo!

mercoledì 17 febbraio 2010

prima siringata...ma non è doping


ieri in mattinata sono andato a farmi tutti gli esami del mondo (65 euri...sti cazzi!) e ieri sera prima punturone di rocefin....mi brucia ancora la chiappa!

martedì 16 febbraio 2010

è una congiura


Dopo un weekend di allenamento in bici (sabato 125km e domenica 75km) lunedi....taaaac tonsillite con febbre di nuovo!!!!
CAZZO è una congiura!!!! proprio adesso che dovevo ricomincare a correre a piedi... che due cojoni!

Vabbè un'altra settimana di malattia e divano.

Il dottore mi ha fatto fare tutti gli esami del caso per vedere se per caso ho la mononucleosi (che sarebbero bestemmie), poi quando guarisco ha detto che mi manda dall'otorino per valutare se togliere o meno le tonsille (altre bestemmie)....insomma...proprio un bell'annetto de merda!


@Giuliano: la mtb non l'ho mai provata anche se ti devo dire la verità, mi attira e non poco specie d'inverno con il freddo fare qualche corsetta corta (40/50km) di sterrato non dovrebbe essere malvagio....però già vado poco in bici da corsa, mi ci metto a fare anche mtb allora si addio ironman :-(

venerdì 12 febbraio 2010

-142

-142 giorni all'ora X.

Vediamo di fare ordine :-)

Ho cominciato a fare qualità a nuoto....e va ben!

Da lunedi ricomincio a correre e ho 30 giorni di tempo per aumentare graduatamente il km da 5km a 20km con te allenamenti alla settimana, poi il 15 marzo comincia la tabella per la maratona...e va ben!

La bici è un amore...è sempre lì in camera che mi guarda con occhio languido e aspetta che la porti fuori a scorrazzare per le praterie :-)...se sto weekend è bello mi sparo due allenamenti da 140km che non me li toglie nessuno...e va ben!

Che dire...sono quasi in bolla :-)


Allenamento di ieri: spinning

Stamattina ore 07:00 in piscina:

1500mt risc

10x25 solo gambe

1°SERIE-->8x25 a 30"
2°SERIE-->4x50 a 60"
3°SERIE-->2x100 a 120"

4°SERIE-->8x25 a 30" CON PB E PALETTE
5°SERIE-->4x50 a 60" CON PB E PALETTE
6°SERIE-->2x100 a 120" CON PB E PALETTE

10 minuti di defaticamento e qualche esercizio di tecnica.
In totale circa 3000mt.

Tra una serie e l'altra circa 45" di recupero, i tempi di ripetuta sono da considerarsi con riposo (esempio8x25 a 30 vuol dire che i 25mt li facevo in 20" e 10" di recupero...)

giovedì 11 febbraio 2010

il mio medagliere

Ieri serata di riposo perchè quelli della palestra mi hanno lasciato a casa (?!)....vabbè un po di riposo non fa male!

Ecco il mio MEDAGLIERE:


e siccome sono un emerito CAZZONE mi son dimenticato di mettere una medaglia di un IRONMAN...domani la metto :-)

Cmq in ordine sono (da destra a sinistra):
  • IM svizzera 2006
  • IM austria 2007
  • IM austria 2009
  • doppio olimpico mergozzo 2004 (se non sbaglio)
  • maratona padova (?)
  • maratona padova (?)
  • maratona venezia (?)
  • maratona venezia (?)

mercoledì 10 febbraio 2010

le mie armi:




può bastare questo armamentario ?!?!? :-)

pesi....what's

Ieri sera avrei dovuto (e sottolino AVREI DOVUTO) fare un po' di pesi prima di fare spin ma siccome sono troppo buono mi son messo a sistemare di nuovo le bici da spin :-)

Potrei farlo di mestiere :-)

Poi un'oretta di spin e via a casa a riposare :-)

In attesa della settimana prossima che ricomincierò a correre e ad allenarmi seriamente!

Stamattina un bel lungo lento a nuoto. Avrei dovuto fare ripetute ma dopo una settimana a casa con la febbre non mi pareva il caso di forzare più del dovuto.

martedì 9 febbraio 2010

le gambe :-(

Ieri sera primo gionro in palestra dopo la malattia!
un'ora di gag bella tosta e due ore di spin relativamente tranquille (anche se il cuore è andato alle stelle...ma si sa...dopo un periodo di fermo il cuore risponde in maniera decisamente differente rispetto a quando si è all'interno di un periodo allenante).

Stamattina un bel po' di mal di gambe e quale migliore occasione per spiegare le regole d'oro per fare un buon stretching:

Le regole d'oro


  • Eseguite gli esercizi a caldo, ossia dopo un riscaldamento, in tal modo le resistenze di muscoli e tendini sono ridotte.
  • Non abbiate fretta, ogni esercizio va eseguito il più lentamente possibile, è un occasione per “sentire” i propri muscoli.
  • Evitate di fare esercizi al freddo o all’umidità.
  • Ricordatevi che non dovete mai raggiungere la soglia del dolore, cercate di fermarvi prima, quando avvertite solo una certa tensione sui tendini
  • Quando negli esercizi mantenete la posizione, fatela durare almeno 20”, in modo da dare ai recettori che si trovano nei muscoli il tempo di “abituarsi” all’allungamento.
  • Non molleggiate (lo stretching va fatto statico...venti anni fa lo facevano in movimento...infatti tutti gli atleti di vent'anni fa son tutti distrutti ndr)
  • Va eseguito in maniera simmetrica: se allungate il polpaccio sinistro dovete allungare anche quello destro (sembra banale ma non tutti lo fanno)

lunedì 8 febbraio 2010

e si ricomincia per l'ennesima volta

E ancora una volta reduce da una settimana di malattia, eccomi di nuovo pronto a fatiche immani per arrivare sano e salvo alla fine del mio 5 IRONMAN.

Ovviamente si ricomincia piano piano, un passo per volta.
Stasera un po' di gag e spinning mooooolto tranquillo, domani un po' di pesi e spinning molto tranquillo e via di seguito.

Ho deciso che non mi ammazzerò più di fatica sopra la bici da spin per non arrivare distrutto al weekend dove (in teoria) dorei fare i lavori più significativi per il triathlon.

Sarò mai in grado di mantenere questa linea guida ?!

domenica 7 febbraio 2010

Addio Franco

dal sito dell rapubblica:

Addio a Ballerini, ct della Nazionale
morto in un incidente in un rally

Commissario tecnico azzurro dal 2001, aveva 45 anni. Faceva il navigatore con il pilota Alessandro Ciardi durante una gara in provincia di Pistoia. L'auto è uscita di strada e si è schiantata contro un muro


 Addio a Ballerini, ct della Nazionale  morto in un incidente in un rally

ROMA - Il commissario tecnico della Nazionale di ciclismo, Franco Ballerini, è morto in un incidente durante il rally di Larciano, in provincia di Pistoia. Aveva 45 anni. Il rally, a cui erano iscritti circa cento equipaggi, è stato annullato.

Ballerini partecipava come navigatore al 1° Rally Ronde di Larciano e affiancava il pilota Alessandro Ciardi su una Renault New Clio della scuderia Alex Group: erano tra i favoriti della gara. L'incidente è avvenuto dopo circa 6 chilometri dall'inizio della prova speciale, intorno alle 9 in località Casa al Vento nel comune di Serravalle Pistoiese, durante l'unica prova speciale prevista, un sali-scendi di circa dieci chilometri su una strada collinare. Secondo una prima ricostruzione Ciardi, 35 anni, pilota di lunga esperienza nelle gare nazionali, uscendo da una curva è salito con l'auto sull'erba del bordo strada, ha perso il controllo del posteriore e la vettura è andata a schiantarsi contro il muro di una villa a una velocità stimata tra i 100 e i 120 chilometri orari. L'urto è avvenuto sul fianco destro, dalla parte di Ballerini.

"Ballerini ha riportato un politrauma con fratture alla base cranica, al torace, e agli arti inferiori, ed è stato sottoposto subito ad intervento di rianimazione", ha detto il medico della gara Giovanni Marena. "Ballerini è stato poi trasportato all'ospedale di Pistoia il Ceppo - ha aggiunto il medico - ed è morto durante il tragitto. Il pilota Alessandro Ciardi non è in pericolo di vita, ha avuto la frattura del bacino". Il ct è morto alle 10.15 per una probabile frattura del rachide cervicale. La famiglia ha autorizzato l'espianto degli organi.


Ballerini era nato a Firenze l'11 dicembre 1964. Come ct della nazionale di ciclismo dal 2001, aveva vinto quattro ori mondiali e uno olimpico. Il rally era una passione che coltivava da circa due anni con Paolo Bettini che ora dice: "Ho perso un grande amico, anzi un fratello". Il campione olimpico ad Atene e due volte campione del mondo, proprio sotto la guida di Ballerini, appresa la notizia della morte del ct ha raggiunto l'ospedale di Pistoia.

Le reazioni. La notizia della morte di Franco Ballerini ha raggiunto il presidente del Coni, Gianni Petrucci, mentre era in partenza per Vancouver, in vista delle Olimpiadi invernali. "Sono sgomento - ha detto Petrucci - Franco era una persona straordinaria sotto tutti gli aspetti: non era solo un grande ct, era anche un grande amico. E questo non sempre succede tra dirigenti e tecnici. Non solo il mondo del ciclismo, ma tutto lo sport piange ora una grande persona", ha aggiunto Petrucci sottolineando in particolare un ricordo: "Io che alle Olimpiadi di Atene vengo lanciato in aria da Ballerini dopo la vittoria di Bettini, nel primo giorno di gara dei Giochi".

"Con lui abbiamo iniziato a correre quando eravamo giovani, abbiamo cominciato e finito la carriera insieme", ha dichiarato l'ex ciclista Gianni Bugno, segretario dell'Associazione dei corridori italiani. "Sapevo di questa sua passione per le macchine, ma non mi sarei mai aspettato una notizia come quella di stamattina. Come ct della nazionale ha avuto i suoi risultati migliori, ha avuto grandi corridori ma li ha saputi gestire in maniera egregia".

"Incredulità, dolore, sgomento". La federciclismo (Fci) è scossa dalla "tremenda notizia della morte di Franco Ballerini", si legge sul sito. "Il presidente della Fci, Renato Di Rocco, legato da stima e profonda amicizia al tecnico, che aveva confermato alla guida della nazionale, esprime il grande dolore personale e di tutto il movimento ciclistico per la tragica, immatura scomparsa". Di Rocco, "certo di interpretare il sentimento di tutti gli affiliati e tesserati - si legge in una nota della Fci - invita ad osservare un minuto di silenzio in tutte le manifestazioni ciclistiche programmate sul territorio nazionale".

Commossa anche la reazione di Riccardo Nencini, presidente del Comitato regionale toscano della Federazione ciclistica italiana ma anche presidente del Consiglio regionale della Toscana, informato stamani a Prato mentre, insieme ad Alfredo Martini ed altri dirigenti della Federazione ciclistica, festeggiava i 90 anni di Giovanni Corrieri, gregario di Bartali e Coppi. "E' morto non solo un amico, un atleta, un uomo che ha onorato lo sport con passione e serietà, ma anche un esempio per tutti. Pochi sanno, per sottolineare un aspetto poco conosciuto - aggiunge Nencini - della sua attività di volontariato, ed è uno dei motivi per cui lo volevamo sempre vicino anche in momenti 'istituzionali' come nelle cerimonie di premiazione o di riconoscimento non solo di giovani atleti ma anche in incontri in cui si doveva sottolineare spirito di fraternità, solidarietà, pace".

"Il ciclismo italiano perde tanto. Ballerini aveva un ruolo ormai fondamentale e certo traverne un così ora non sarà semplice", è la la reazione di uno dei simboli del ciclismo italiano, Francesco Moser. "Ho tanti ricordi, ho conosciuto Franco da giovane, abbiamo corso assieme e vissuto tanti momenti belli e meno belli, ma queste sono notizie che ti sconvolgono e il mio pensiero va alla sua meravigliosa famiglia", dice Giuseppe Saronni.

"Un grande campione delle due ruote, un appassionato tifoso dell'Inter. Lo sport è in lutto per la scomparsa di Franco Ballerini", scrive l'Inter sul proprio sito esprimendo il cordoglio per la morte del ct. E anche la Commissione sportiva automobilistica italiana esprime il proprio cordoglio. "L'Aci-Csai - si legge - comunica di aver diffuso la notizia a tutti gli organizzatori di gare automobilistiche sul territorio nazionale, perché ritiene che sia opportuno sospendere ogni attività agonistica prevista nel weekend in segno di lutto, affidandosi alla sensibilità dei singoli organizzatori, perchè procedano in tal senso".
(07 febbraio 2010)

venerdì 5 febbraio 2010

finalmente un po' di pioggia

Sono sempre a casa in malattia ma comincio a stare decisamente meglio...per fortuna comincia a piovere; OVVIAMENTE comincio a guarire e il tempo peggiora notevolmente e vedrete che tutti i weekend ora saranno pioggia e vento!!!
SEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEHHHH e allora si che me incasso (mi incazzo ndr!).

A parte gli scherzi, comincio a stare meglio! Questo weekend ancora non farò nulla ma la settimana prox si ricomincia a fare qualcosa in palestra e dal weekend prossimo bici e corsa :-).

Spero che l'antibiotico non mi abbia debilitato troppo, ma ormai sono stra esperto a recuperi post traumi/malattie...so come gestire la situazione....piano piano, un passetto per volta

giovedì 4 febbraio 2010

tengo botta

Dai....su....per fortuna esistono gli antibiotici!

La tonsillite sta passando, la febbre (per fortuna è passata)...ora riposo riposo riposo.

Sicuramente nel weekend non farò nulla (:"-(). La setttimana prossima , con la scusa che non devo correre fino al 15 (per fortuna!), farò solo del blando gaga e del blandissimo spinning e il weekend prossimo a costo di fare 100km sui rulli...beh devo cominciare a macinare km in bici.

Ho fatto un report dello stesso periodo di tempo dell'anno scorso (da luglio a febbraio); risultato che l'anno scorso (con quel tempo di merda che andava via) a quest'ora avevo già fatto quasi 400km in più... che non son tanti ma nemmeno pochi contando che quest'anno il meteo è mooooolto più clemenete.

mercoledì 3 febbraio 2010

bollettino di guerra

Visita dal dottore, risultato:
tonsillite!

antibiotici, ferementi lattici, riposo e di allenarsi se ne parla la settimana prossima...ben ciò!

lunedì 1 febbraio 2010

cvd

Come Volevasi Dimostrare

La poca voglia di fare di giovedi e venerdi era presagio di una influenza in arrivo!

febbre+raffreddore+placche in gola (la roba peggiore del mondo!)

si sta a casa al caldo e si spera che passi tutto moooooolto velocemenete. Voglio provare anche la carta Actimel....speriamo funzioni