martedì 3 marzo 2009

16 ragazze per me...posson bastareeeee :-)

Ieri sera GAG e un'ora sola di spinnig.
Il titolo del post perchè ieri sera a GAG c'erano ben 16 ragazze...un caldo infernale in sala...ma ero l'unico a sudare!
Ma chissà perchè le donne non sudano quasi mai....Boh!?

Spinning l'ho gestito così:

8' risc a 90 rpm fc a 65%
7' pianura a 90 rpm con fc a 75% con qualche scattino in II
15' di salita di cui 5 ad aumentare di resistenza ogni minuto poi gli altri 10' (scarsi) tra III e II
10' di pianura facile a 90 rpm ,fc tra il 70 e il 65%
5' CD facili facili

alla fine un po' di squat e leg exstension...così tanto per gradire :-)


EXTRA ALLENAMENTO:

Armstrong si mette a dieta
''Forma ok ma devo perdere peso''

Lo statunitense archivia con soddisfazione il settimo posto al Giro della California (vinto ancora una volta da Leipheimer) ma fa i conti con i chili da smaltire: ''Il Giro mi aiuterà''

Armstrong si mette a dieta ''Forma ok ma devo perdere peso''

Lance Armstrong

LOS ANGELES - Lo statunitense Levi Leipheimer ha vinto per la terza volta consecutiva il Giro della California. Nell'ottava e ultima tappa, la Rancho Bernardo - Escondido di 155,8 km, si è imposto il lussemburghese Franck Schleck (Team Saxo Bank), che ha preceduto Vincenzo Nibali e il gruppo regolato dallo statunitense George Hincapie (Team Columbia Highroad). In classifica generale Leipheimer (Astana) ha chiuso davanti al connazionale David Zabriskie (Garmin-Slipstream), staccato di 0'36". Terzo posto, a 0'45", per l'australiano Michael Rodgers (Team Columbia-Highroad). Lance Armstrong (Astana) si è piazzato settimo a 1'46" dal vincitore.

Un Armstrong soddisfatto della sua seconda uscita dopo il debutto in Australia al Tour Down Under, ma ancora preoccupato per la condizione fisica: ''Siamo tutti contenti, io però devo diventare più leggero'', ha detto il corridore statunitense dell'Astana. ''Siamo venuti qui con l'obiettivo di correre per Levi. Non posso lamentarmi, se pensiamo al mese di febbraio di qualsiasi stagione passata, siamo decisamente avanti''.

Al momento il peso sembra essere la preoccupazione principale: ''Non devo diventare molto più forte, ma devo diventare più leggero. Bisogna riabituarsi dopo 3 anni e mezzo in cui non c'è stato un controllo rigido su ogni grammo di cibo e sulla quantità di vino. Corsa dopo corsa, il mio peso diminuirà. Il Giro d'Italia mi aiuterà in questo senso''. L'obiettivo è tornare ai 'soliti' 74 chili per luglio, quando si correrà il Tour de France.

Nessun commento: